Richiedi appuntamento
X

Nome

Cognome
Telefono
E-mail
Messaggio

Codice di sicurezza

Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi dell'articolo 13 D.Lgs. 196/2003


invisalign

medicina e chirurgia estetica

Il Dott. Matteo Marino, specialista in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica si occupa all'interno della Clinica Briantea di medicina e chirurgia estetica.

Esperienze professionali
Da settembre 2006 a oggi ha un contratto come consulente in Chirurgia Plastica Ricostruttiva presso l’Istituto San Raffaele di Milano.
Da giugno 2005 a oggi ha un contratto come consulente in Chirurgia Plastica presso il Centro Diagnostico Italiano.
Da gennaio 2005 a oggi presta servizio con l’incarico di dirigente medico di primo livello presso il Reparto di Chirurgia Plastica Ricostruttiva dell’IRCCS Galeazzi.
Da gennaio 2003 a dicembre 2004 ha prestato servizio presso il Centro Grandi Ustioni e il Reparto di Chirurgia Plastica dell’Ospedale Niguarda Cà Granda di Milano con l’incarico di dirigente di primo livello.
Nel 2004 ha operato attivamente con il Philippe Ginouves ad Avignone , dedicandosi alla Chirurgia Estetica del volto, del seno e del profilo corporale.



Trattamenti

Chirurgia Ambulatoriale

Lesioni cutanee benigne
Le lesioni cutanee benigne sono spesso fenomeni che il paziente trascura nel tempo, decidendo di rimandare l'intervento di rimozione in quanto le ritiene non pericolose o non visibili. Fra queste troviamo ad esempio i lipomi, i nevi, le cisti sebacee e i fibromi. Si tratta di neoformazioni benigne e alcune di queste possono essere facilmente corrette ed eliminate attraverso un trattamento laser CO2, un intervento indolore che lascia la zona trattata priva di segni e cicatrici visibili. Altre lesioni cutanee benigne per essere rimosse richiedono invece un intervento con anestesia locale di circa 30 minuti, senza alcuna ripercussione sulla quotidianità del paziente.
Lesioni cutanee maligne
Le lesioni cutanee maligne sono ricorrenti quanto quelle benigne ed è fondamentale diagnosticare e trattare per tempo questo tipo di neoformazioni per evitare che progrediscano. È quindi sempre consigliabile rivolgersi fin da subito ad uno specialista ed effettuare un'analisi regolare delle lesioni cutanee attraverso un videodermatoscopio computerizzato. Si tratta di uno strumento capace di verificare la presenza di cambiamenti nella lesione e di permettere una diagnosi precisa con conseguente tempestività nell'eventuale asportazione della neoformazione. Le lesioni cutanee maligne meno estese possono essere rimosse con un intervento in anestesia locale, con lievi conseguenze cicatriziali. Raramente si riscontrano invece lesioni cutanee maligne più ampie. In questi casi si procede ad un intervento radicale e più complesso, per rimuovere e nascondere la lesione attraverso tecniche di chiusura e lembi locali. Per poter diagnosticare in modo conclusivo la neoformazione è inoltre sempre importante analizzare l'area trattata con un esame istologico, per effettuare eventuali esami di accertamento o trattamenti specifici. Anche per le lesioni più estese generalmente si effettua un intervento in anestesia locale con conseguenze cicatriziali minime.

Correzioni cicatrici Spesso le cicatrici stabilizzate rappresentano causa di disagio per il paziente, soprattutto dal punto di vista estetico e funzionale. In queste situazioni il chirurgo plastico identifica le cause che hanno portato alla creazione dell'inestetismo per individuare la cura o l'intervento più idoneo al raggiungimento del risultato estetico desiderato e al ripristino della funzionalità. La medicina chirurgica ha elaborato diversi metodi per la riduzione delle cicatrici, dai trattamenti con il laser agli interventi chirurgici di revisione, che comportano un'escissione della cicatrice attraverso lo scollamento dai tessuti sottostanti e un'azione di sutura sottocutanea che la rende più sottile e meno visibile.

Qualora consigliato dal medico il trattamento ablativo con il laser CO2 permette di distendere le cicatrici attraverso il fascio di luce sprigionato dallo strumento. Il laser produce una lieve lesione superficiale che guarisce in modo spontaneo dopo circa 10/15 giorni dal trattamento, facilitata dall'utilizzo di medicazioni occlusive.
Chirurgia Estetica Del Viso

Rughe di espressione, rilassamento cutaneo, difetti del naso… La chirurgia estetica aiuta a porre rimedio a tutte quelle imperfezioni estetiche del viso che pesano sul concetto di autostima e sul disagio vissuto dal paziente. Il viso è una parte importante del corpo, è quella più esposta e che trasmette sentimenti ed emozioni, per questo motivo, gli interventi devono essere eseguiti dal chirurgo nel pieno rispetto dell'armonia e degli aspetti somatici del volto del paziente.L’obiettivo più importante da raggiungere con la chirurgia estetica del viso è un aspetto naturale e credibile. Scopri i trattamenti e trova tutte le risposte che cerchi.

Palpebre
La chirurgia estetica delle palpebre prende il nome di blefaroplastica e comprende tutti gli interventi chirurgici volti alla correzione di eventuali difetti estetici e all'eliminazione dei segni del tempo. E' possibile intervenire accuratamente sulle occhiaie, sulle borse di grasso e sulle palpebre superiori cadenti, migliorando la fisionomia e l'aspetto esteriore del viso.
Rinoplastica
La rinoplastica è un intervento chirurgico correttivo delle irregolarità del naso. Questo trattamento di chirurgia plastica interviene sul setto nasale e sui turbinati, sia per ragioni estetiche che per motivi legati alla funzionalità respiratoria, qualora lo si ritenga necessario.
La rinoplastica è una delle operazioni di chirurgia estetica più diffuse e permette di diminuire lunghezza e ampiezza del naso, correggere il profilo e la conformazione della punta, nel pieno rispetto dell'armonia e degli aspetti somatici del volto del paziente.
Orecchie
L'otoplastica è un tipo di intervento di chirurgia estetica che consente di portare delle correzioni alle orecchie ed è particolarmente utile in caso di orecchie prominenti, anche chiamate orecchie a sventola per la classica forma distanziata dalla testa. Si tratta di un disagio che il paziente ha fin dalla nascita, il padiglione auricolare risulta oltremodo prominente e compromette l'intero equilibrio del volto.
Lifting Viso
Fermare il tempo che passa attraverso il ringiovanimento del volto ha acquisito nella società moderna un'importanza fondamentale. Fattori esterni come la gravità, l'esposizione al sole e lo stress, ma anche fattori interni quali la predisposizione genetica mettono in evidenza i segni ai lati della bocca, riducono la definizione della linea mandibolare e amplificano i cedimenti nell'area del collo. L'immagine del viso potrebbe quindi non riflettere pienamente ciò che la persona sente di essere e grazie al lifting facciale è possibile riposizionare i tessuti profondi rallentando il processo di invecchiamento.
Soft lifting
Il soft-lifting è un trattamento di chirurgia estetica alternativo al lifting facciale e meno invasivo da un punto di vista chirurgico. Questo intervento, attraverso il riposizionamento dell'area degli zigomi e la sospensione della parte cosiddetta terzo inferiore del volto, permette di ottenere ottimi risultati nei pazienti che desiderano vedere il proprio viso ringiovanito.
Lipofilling
Il lipofilling è un intervento di chirurgia estetica attraverso il quale si preleva del tessuto adiposo nella zona addominale o in altre parti del corpo in modo atraumatico e con il supporto di alcune sottili cannule connesse con delle siringhe. Il tessuto viene quindi purificato e iniettato nella zona che lo necessita.
Chirurgia Estetica Del Corpo

Rimodellare il corpo, rendendolo più armonico ed elegante. Questi sono gli obiettivi della chirurgia estetica del corpo, che aiuta a migliorare l’aspetto delle parti del corpo che hanno perso elasticità della pelle. I motivi per i quali il paziente si sottopone ad un intervento di chirurgia estetica possono essere diversi e spaziano dalla perdita di peso ai cambiamenti dovuti all’età. Ogni trattamento risponde alle esigenze del paziente: dalla liposuzione (elimina le cellule adipose), all’addominoplastica (elimina il tessuto addominale in accesso), fino al lifting di cosce e glutei (per ottenere glutei più sodi). Questi sono solo alcuni dei trattamenti che renderanno il corpo del paziente nuovamente armonico.
Scopri tutti i trattamenti più adatti alle tue esigenze.

Liposuzione
La liposuzione è uno degli interventi di chirurgia estetica più conosciuti e popolari in tutto il mondo. Sebbene sia così noto presso il grande pubblico, spesso i media e la pubblicità hanno creato più confusione che corretta informazione relativamente a questo trattamento.
La liposuzione viene chiamata anche lipoaspirazione ed è un trattamento che non viene eseguito con la finalità di perdere peso, ma di rimodellare le forme del corpo rendendolo molto più armonioso e attraente. L'intervento consente infatti di eliminare in modo selettivo gli inestetismi provocati dall'accumulo di adipe in alcune zone come l'addome, la braccia, la zona delle ginocchia, i fianchi, le cosce e i glutei, senza cicatrici visibili.
Addominoplastica
L'addominoplastica è l'intervento di chirurgia estetica che garantisce i risultati più efficaci nei pazienti che manifestano la necessità di rassodare la pelle dell'addome, rimodellare la zona del basso ventre e definire il punto vita. Durante un intervento di addominoplastica inoltre il chirurgo può procedere anche alla correzione di altre problematiche di tipo funzionale a carico della parete muscolare addominale, come ad esempio la diastasi dei muscoli addominali, ernie addominali o ancora laparoceli, fenomeni che possono manifestarsi nel periodo successivo al parto e non rientrare nei parametri di normalità in modo spontaneo.
Lifting Cosce E Glutei
La cellulite in fase avanzata assume un aspetto cosiddetto a “buccia d'arancia” con conseguente rilassamento della pelle e dei tessuti coinvolti. Può sopraggiungere sia a causa dell'invecchiamento cutaneo sia in seguito ad un eccessivo dimagrimento, presentando una pelle molto fragile e con diverse pieghe. Generalmente si localizza sui glutei e sulla parte posteriore delle cosce e provoca un certo disagio nella paziente che si rivolge alla chirurgia estetica per ridurre ed eliminare l'inestetismo.
Lifting braccia
Lo scopo del lifting alle braccia, in termine medico definito brachioplastica, è quello di intervenire con una correzione sul cedimento cutaneo di questa precisa area del corpo, rimodellando e aumentando il grado di elasticità e compattezza dell'intera superficie trattata.
Il lifting delle braccia è infatti un intervento che consente di asportare dalla zona interna degli arti superiori la cute e il tessuto adiposo in eccedenza. Con questa procedura chirurgica quindi si rimodella e contemporaneamente si ringiovanisce il profilo delle braccia.
Chirurgia intima femminile
Meno rara di quanto si pensi l'ipertrofia delle piccole labbra rappresenta una malformazione congenita che colpisce la parte esterna dei genitali della donna. Generalmente arreca problematiche di carattere estetico che influiscono anche psicologicamente sul rapporto di coppia, altre volte invece è causa di irritazioni delle mucose che diventano croniche anche associate a micosi e infezioni di batteri.
Chirurgia Estetica Del Seno

Chirurgia Estetica Del Seno
Gli inestetismi del seno sono fattori che incidono fortemente sulla vita delle pazienti. Il seno cadente dovuto ad una gravidanza o ad un forte dimagrimento, il rilassamento dei tessuti dovuto all'avanzare dell’età, un seno troppo grande oppure un seno troppo piccolo, sono solo alcuni dei motivi che spingono le pazienti a sottoporsi ad un intervento chirurgico. Compito della chirurgia estetica del seno è di attuare miglioramenti e correzioni a imperfezioni e difetti, mettendo fine al forte disagio vissuto. Come tutti i trattamenti di chirurgia estetica, anche il seno è rimodellato mantenendo armonia e proporzione con il resto del corpo. L’aspetto naturale è ottenuto attraverso il confronto con il medico chirurgo che aiuta le pazienti a trovare la soluzione più adatta al proprio corpo considerando desideri e aspettative. Scopri i trattamenti e trova tutte le risposte che cerchi.
Mastoplastica additiva
La mastoplastica additiva è un intervento di chirurgia estetica finalizzato all'aumento del volume del seno grazie a protesi mammarie di ultima generazioni, costituite da gel di silicone ad elevata coesione ma allo stesso tempo naturale e morbido al tatto.
Non si tratta di un intervento complesso, offre dei risultati duraturi, è ritenuto poco doloroso e le cicatrici sono lievi e rimangono nascoste.
Mastoplastica Riduttiva
Beneficiano dell'intervento di mastoplastica riduttiva sia donne giovani che hanno sviluppato eccessivamente il seno durante la pubertà, sia le donne mature oltre i 50 anni che desiderano ridurre le dimensioni del proprio seno. Alla base di questa decisione vi sono infatti diversi fattori che spesso non riguardano solo motivi estetici, ma anche psicologici e di salute.
Un seno che supera delle dimensioni considerate normali può causare difficoltà nel relazionarsi e provocare svariati condizionamenti nel rapporto con se stessi e con gli altri.
Mastopessi
Con il termine mastopessi si intende un intervento di chirurgia estetica plastica, o lifting al seno, attraverso il quale il chirurgo plastico corregge l'eventuale flaccidità del seno derivante da una gravidanza o da un forte dimagrimento. Si agisce sul cosiddetto seno cadente risollevando e rimodellando il seno ed eliminando la pelle in eccesso.
L’intervento chirurgico mastopessi è indicato nei casi in cui dopo una gravidanza il seno risulti cadente, oppure svuotato dopo all’allattamento o un dimagrimento eccessivo e rapido. L'intervento chirurgico di lifting al seno corregge l'eventuale flaccidità del seno e il rilassamento dei tessuti sui quali il chirurgo interviene per ripristinare la naturale linea del corpo.
Ginecomastia
Il termine è di origine greca e viene utilizzato per indicare la presenza nell'uomo di uno sviluppo superiore al normale della ghiandola mammaria, simile a quello della donna.
Durante l'adolescenza si assiste generalmente ad un incremento nel volume della ghiandola mammaria anche nell'uomo, che poi si atrofizza gradualmente con la crescita e prima dei 21 anni. In alcuni casi il volume può però protrarsi oltre tale periodo e causare problematiche di natura estetica e psicologica.
Medicina Estetica

La Medicina estetica permette di eliminare gli inestetismi del corpo e migliorare la vita dei pazienti che vivono una situazione di disagio. Attraverso trattamenti non invasivi si possono correggere imperfezioni del viso, cellulite, oppure alcune patologie come le varici non sistematizzate, le varici reticolari, le teleangectasie e le varici residue post-stripping. Trattamenti quali peeling, fillers, botulino, microdermoabrasione oppure scleroterapia non migliorano solo l’aspetto estetico ma concedono benefici anche al benessere psicologico dei pazienti, e offrono loro una vita nuova e la possibilità di piacersi nuovamente.
Scopri il trattamento più adatta alle tue esigenze.

Peeling
I peeling chimici fanno parte dei trattamenti di medicina estetica finalizzati al miglioramento della qualità della pelle, sia a livello superficiale che profondo. I trattamenti di peeling infatti prevedono un'esfoliazione più o meno significativa che va ad assottigliare la superficie cutanea composta da cellule devitalizzate e contemporaneamente favorisce una rigenerazione del tessuto dermico. Questo processo va a stimolare la produzione di elastina e collagene, sostanze proteiche che determinano l'elasticità e la giovinezza della pelle.
Fillers
L'utilizzo di trattamenti filler a base di acido ialuronico per motivi estetici è sempre più frequente grazie agli ottimi risultati che è possibile raggiungere. L'acido ialuronico appartiene alla categoria degli zuccheri, si tratta infatti di un mucopolisaccaride che si trova in concentrazioni molto elevate nella pelle nella fase dell’adolescenza. E’ una molecola molto idratante e possiede una forte capacità di richiamare acqua nei tessuti.
Possiede un'elevata capacità di idratare i tessuti richiamando l'acqua che la cute non riesce più a trattenere, risultando così secca e svuotata. L'elevato livello di concentrazione di acido ialuronico nel corpo umano si riduce nel corso degli anni per l'esposizione solare e l'eventuale presenza di radicali liberi. Questo comporta una riduzione della compattezza della pelle, una progressiva diminuzione dell'elasticità e la comparsa di segni dell'invecchiamento cutaneo.
Tramite infiltrazioni con i trattamenti filler a base di acido ialuronico è possibile limitare questa tendenza facendo recuperare alla pelle una maggiore elasticità e idratazione, correggendo dall'interno le rughe di tipo statico e quelle dinamiche.
Il trattamento consiste nell'effettuare delle microiniezioni di acido ialuronico nel tessuto cutaneo, utilizzando aghi molto sottili e riempiendo con precisione le aree della pelle che appaiono più svuotate riducendo così la presenza delle rughe.
Grazie all'utilizzo delle tecniche dei filler è possibile iniettare l'acido sotto la ruga o la zona svuotata utilizzando diverse formulazioni e densità che, in base alle esigenze, potranno riempire o aumentare di volume la zona trattata.
I filler sono utilizzati sia per il trattamento delle rughe superficiali che delle rughe profonde, sono riassorbibili totalmente e correggono gli inestetismi della pelle per circa 8-10 mesi.
Botulino
La causa principale delle rughe del viso, a maggior ragione della parte superiore, è la contrazione ripetuta e talvolta eccessiva dei muscoli mimici. Questa attività muscolare genera segni e rughe che nel tempo si accentuano e si concentrano in alcune zone specifiche, come ad esempio sulla fronte, nella zona chiamata glabella tra gli occhi e nel contorno occhi o zona perioculare. I segni e le rughe portano inevitabilmente il viso ad apparire invecchiato e stanco, compromettendo alle volte anche l'espressività che diventa più impensierito e cupo.
Biostimolanti
Una delle nuove tendenze seguite dalla medicina estetica è quella di adottare il concetto di prevenire invece di curare. Un esempio lo si trova nei trattamenti di bio-stimolazione con i quali si agisce sul difetto estetico prima che si accentui e necessiti di interventi maggiori.
Con il termine bio-stimolazione si intende infatti quel particolare trattamento utilizzato dalla medicina estetica per ripristinare e ristrutturare il tessuto cutaneo per contrastare l'invecchiamento e mantenere così la pelle giovane ed elastica. Il trattamento influisce anche sui radicali liberi contrastandone l'azione e migliorando la tonicità dei tessuti cutanei.
Con la tecnica di rivitalizzazione viene utilizzata una diversa composizione di acido ialuronico naturale bio-interattivo che risulta essere identico a quello prodotto dal corpo umano e per questo motivo maggiormente efficace nella prevenzione e nel contrasto all'invecchiamento dei tessuti.
Nel tempo infatti i fibroblasti, che dovrebbero produrre collagene e acido ialuronico, rallentano le loro funzioni, riducendo così le sostanze deputate a richiamare l'acqua che nei tessuti garantisce il mantenimento della compattezza e del turgore tipici della giovinezza.
L'acido ialuronico iniettato risulta quindi bio-interattivo e naturale per l'organismo, essendo identico a quello prodotto dai tessuti. In questo modo può riempire le rughe dall'interno, ripristinando un ambiente favorevole alla ristrutturazione dei tessuti cutanei e al rallentamento dei processi di invecchiamento.
Microdermoabrasione
La microdermoabrasione è un trattamento estetico che riporta la pelle alla sua naturale elasticità e freschezza, venuta a mancare a causa dell'invecchiamento cutaneo, eccessiva esposizione solare e acne. Viene eseguita attraverso un apparecchio che esercita sulla superficie cutanea un peeling meccanico di media profondità. Questa tecnica moderna e funzionale è indolore e non invasiva.
Mesoterapia
La mesoterapia è un trattamento estetico studiato dal medico francese Michel Pistor negli anni '50 e prevede una serie di iniezioni in piccole dosi e con aghi sottilissimi connessi con dei multiniettori. Gli aghi, da 3 a 18 con una lunghezza di circa 4 mm, vanno collocati sull'area oggetto del trattamento in senso lineare o circolare. La mesoterapia va effettuato solo da specialisti qualificati per evitare che la paziente vada incontro ad ematomi o traumi, a maggior ragione delle zone epidermiche non piane.
E' bene ricordare che le iniezioni nella mesoterapia per essere efficaci vanno effettuate a livello dermico e le stesse sostanze farmacologiche iniettate, quali ad esempio antinfiammatori, farmaci dall'azione antiedemigena, sostanze capillaro-protettive o revitallizzanti cutanei, cambiano in base al quadro clinico. È importante quindi che lo specialista proceda con una diagnosi accurata, escludendo eventuali allergie della paziente.
Spesso questa tecnica estetica viene associata sia al linfodrenaggio che a trattamenti di laser-terapia per raggiungere risultati ancora più efficaci e viene applicata in modo diffuso per contrastare gli inestetismi della “cellulite”.
La cellulite, in gergo medico panniculopatia edematofibrosclerotica, non è altro che un'alterazione degenerativa a carico dei tessuti dermici e ipodermici. In questa zona, fra cute e muscoli dove risiedono anche le cellule adipose, avviene un rallentamento della circolazione sanguigna arteriosa con conseguente riduzione dell'ossigeno e delle sostanze nutritive ai tessuti. Questo porta ad un accumulo di scorie generate dal metabolismo cellulare che non vengono eliminate attraverso il sistema venoso e linfatico sviluppando il fenomeno della cellulite.
Scleroterapia
La scleroterapia ha origini antiche e trova le sue radici nel mondo egizio del 1550 a.C.
La terapia inizia a progredire con Sicard nei primi anni venti quando si inizia ad utilizzare il salicilato di sodio e una tecnica sterile, mentre a partire dagli anni sessanta con la scuola flebologica francese la scleroterapia viene perfezionata in senso moderno.
La terapia sclerosante è attualmente molto diffusa e viene impiegata per trattare alcune patologie come le varici non sistematizzate, le varici reticolari, le teleangectasie e le varici residue post-stripping.

Laser

Radiofrequenza
La radiofrequenza bipolare è una nuova tecnica della medicina estetica che porta ad ottenere un ringiovanimento della pelle del viso, attenuando in modo durevole ed efficace le rughe e il cedimento cutaneo. Con lo stesso sistema è possibile intervenire sugli inestetismi che riguardano il rilassamento cutaneo di tutte le aree del corpo. Questa moderna tecnologia, attraverso un sofisticato sistema elettronico, va ad aumentare la temperatura del tessuto connettivo in profondità e, con l'attivazione dei fibroblasti tramite il calore, stimola la produzione di nuovo collagene ed elastina. Il nuovo trattamento consente quindi di ridurre le rughe e i segni di invecchiamento, offrendo alla pelle un effetto lifting molto naturale.
Con questo sistema non si avverte dolore e l'epidermide non subisce danni, anzi il risultato è quello di una pelle più giovane ed elastica.
Dopo un trattamento con Radiofrequenza bipolare si può subito tornare alle normali attività in quanto la tecnica causa solo una sensazione di leggero calore.
La Radiofrequenza bipolare è una autentica innovazione nell'ambito del ringiovanimento non chirurgico, con numerosi vantaggi se confrontata con altre tecniche quali il thermage.
Quest'ultimo può infatti creare al paziente una sensazione di fastidio o un leggero dolore. Con la radiofrequenza bipolare invece questo non avviene.
La radiofrequenza bipolare non presenta carattere invasivo, può essere impiegata contemporaneamente ad altri trattamenti estetici senza interazioni ed è un trattamento che può essere applicato in ogni periodo dell'anno in quanto un'eventuale esposizione al sole non ne limita gli effetti e i vantaggi.
Luce pulsata
La Luce pulsata o IPL (Intense Pulsed Light) nasce alla fine degli anni novanta e viene utilizzata prevalentemente per il trattamento delle teleangectasie agli arti inferiori e per gli angiomi. Emette un'energia luminosa pulsata ad ampio spettro, non coerente e non collimata, e per queste caratteristiche differisce dalla luce laser.
Nonostante le differenze con quest'ultimo, la luce pulsata viene anch'essa utilizzata per i trattamenti dermatologici, grazie all'ampio spettro di lunghezze d'onda che può coprire risultando così non solo utile nel foto-ringiovanimento ma anche nel trattamento dei disturbi della pigmentazione, delle lesioni vascolari, dell'ipertricosi e dell'irsutismo.
Grazie ai trattamenti con IPL è possibile ottenere importanti benefici al livello di ringiovanimento dei tessuti cutanei. L'energia luminosa infatti attiva in profondità la produzione di collagene, che aumenta la tonicità dei tessuti cutanei e conferisce maggiore elasticità alla pelle. Sono ben visibili inoltre gli effetti sulle macchie della pelle e sui capillari che, grazie alla luce pulsata, schiariscono sensibilmente risultando meno visibili. Utilizzata come metodo per l'epilazione la luce pulsata va ad agire sul bulbo pilifero eliminando la ricrescita del pelo senza effetti collaterali per i tessuti cutanei.
Cavitazione
La cavitazione è una tecnologia all'avanguardia che sfrutta il fenomeno della cavitazione ultrasonica per ridurre il volume degli accumuli di adipe localizzato. Questa tecnica utilizza gli ultrasuoni multi-frequenza che disgregano le cellule adipose portando a molteplici effetti e ad un miglioramento globale dell'estetica corporea.
La cavitazione è un trattamento non invasivo, assolutamente indolore e selettivo. Fin dalle prime sedute è possibile notare un'azione lipoclasica, in altre parole il tessuto adiposo si disgrega e riduce gradualmente la propria consistenza, permettendo al corpo di rimodellare le proprie forme.
Anche gli inestetismi della cellulite localizzata e la ritenzione idrica beneficiano di questo trattamento, in quanto gli ultrasuoni stimolano il sistema di drenaggio linfatico.
La cavitazione è un'ottima alternativa anche per tutte le pazienti che preferiscono evitare interventi di liposuzione e per chi desidera rimodellare ulteriormente il proprio corpo in abbinamento ad altri trattamenti di chirurgia estetica.
Tatuaggi e macchie cutanee La recente introduzione del Laser Q-Switched ha consentito un'elevata affidabilità, efficacia e risultati di gran lunga superiori rispetto ad altri tipi di laser finora utilizzati, soprattutto nel trattamento di tatuaggi con pigmento scuro.
Come per altri trattamenti, è fondamentale che il paziente arrivi dallo specialista con la pelle il più chiara possibile, in modo da rendere minimi gli effetti collaterali che intervengono in seguito. Normalmente infatti, nella fase successiva la rimozione di tatuaggi, compare un lieve arrossamento e si formano delle piccole crosticine nella zona sottoposta al trattamento.
Non si può stabilire a priori un numero esatto di sedute necessarie per l'asportazione del tatuaggio. Questo dato infatti è soggettivo, dipende dalla tipologia di pelle del paziente oltre che dalla profondità e particolarità del pigmento utilizzato per il tatuaggio.
In media sono necessarie 7-8 sedute con cadenza mensile.
I trattamenti con apparecchio laser non sono dolorosi e portano a una graduale decolorazione del tatuaggio.
Vascolare
Gli angiomi del volto e i capillari derivano da una dilatazione superiore alla norma dei vasi sanguigni dell'area superficiale della pelle. Si tratta di lesioni di tipo benigno che possono assumere la forma di striature che si diramano in modo lineare, come nel caso delle teleangectasie, oppure di angiomi stellati caratterizzati dalla presenza sulla pelle di punti rossi con intorno piccole ramificazioni.
Questi fenomeni possono riguardare l'intero viso ma più frequentemente si localizzano nelle guance, sulla fronte e nella zona del naso in particolare l'ala e l'apice.
Le cause scatenanti sono di diverso tipo, dal fumo ai fattori ormonali, dalla predisposizione genetica all'elevata esposizione al sole o alle lampade UV fino ai trattamenti estetici non eseguiti correttamente.
Epilazione
Una delle esigenze più sentite negli ultimi tempi è quella di eliminare in modo definitivo l'inestetismo causato dai peli superflui.
L'obiettivo di una epilazione progressivamente permanente oggi può essere facilmente raggiunto tramite la depilazione definitiva, grazie a tecnologie sofisticate che sfruttano l'azione dei laser, come ad esempio il laser a diodi LightSheer.
Questo laser permette di intervenire sui peli superflui in modo sicuro e affidabile, garantendo la massima efficacia.
Laser frazionario
Il laser frazionato è un trattamento di chirurgia estetica che lavora sia in superficie che in profondità a livello del derma, allo scopo di stimolare il riposizionamento delle fibre di collagene e l'attività dei fibroblasti, responsabili della produzione di collagene, elastina e acido ialuronico.
Questo trattamento sfrutta l'azione del laser CO2 frazionato e ripartisce il raggio laser in modo che vada a trattare solo una porzione di pelle. L'area trattata innescherà un processo di rigenerazione con effetti visibili e di guarigione in 4 o 5 giorni.

Per maggiori informazioni: visita il sito del Dottor Marino


Prenota la tua seduta di medicina e chirurgia estetica

Nome
Cognome
Telefono
E-mail
Messaggio
Codice di sicurezza
Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi dell'articolo 13 D.Lgs. 196/2003