Clinica CBO | Eccellenze icon

CHIRURGIA ORALE -

La chirurgia orale è la disciplina che si occupa delle problematiche odontoiatriche che richiedono un approccio chirurgico. Grazie ai progressi di tecnica e tecnologie questi interventi risultano oggi molto meno invasivi e più confortevoli per il paziente, rispetto al passato.

La chirurgia orale viene utilizzata in moltissimi ambiti e comprende ad esempio:

•Chirurgia estrattiva dei denti, dall’estrazione più semplice a quella più complessa

•Osteotomia dell’osso mandibolare e mascellare

•Rigenerazione ossea, innesti autologhi ed eterologhi, grande rialzo del seno mascellare

•Frenulectomia linguale e labiale

•Asportazione di neoformazioni

•Innesti mucogengivali

•Stomatologia, e dunque trattamento e cura delle patologie del cavo orale

Tutto questo si inserisce della più vasta branca della chirurgia maxillo-facciale, una specialità che si occupa di vari tipi di patologie e problematiche che interessano la zona del volto, anche dal punto di vista scheletrico.

In particolare vengono svolti interventi per risolvere, spesso anche con l’integrazione di un trattamento ortodontico, alterazioni dento-scheletriche che provocano malocclusioni e incidono pesantemente sull’estetica del volto.

Un altro percorso terapeutico in cui viene coinvolta la chirurgia maxillo-facciale è la riabilitazione protesica di pazienti con grave perdita di sostanza delle ossa mascellari come conseguenza, ad esempio, di asportazioni di tumori, di traumi, di ferite o di patologie congenite. In questo caso la chirurgia maxillo-facciale si occupa di riabilitare la deglutizione e la funzione masticatoria e fonatoria, tramite tecniche ricostruttive quali ad esempio l’implantologia.

Siamo un team di professionisti in continuo aggiornamento sulle migliori tecnologie presenti

Tutto questo si inserisce della più vasta branca della chirurgia maxillo-facciale, una specialità che si occupa di vari tipi di patologie e problematiche che interessano la zona del volto, anche dal punto di vista scheletrico.

In particolare vengono svolti interventi per risolvere, spesso anche con l’integrazione di un trattamento ortodontico, alterazioni dento-scheletriche che provocano malocclusioni e incidono pesantemente sull’estetica del volto.

Un altro percorso terapeutico in cui viene coinvolta la chirurgia maxillo-facciale è la riabilitazione protesica di pazienti con grave perdita di sostanza delle ossa mascellari come conseguenza, ad esempio, di asportazioni di tumori, di traumi, di ferite o di patologie congenite.

In questo caso la chirurgia maxillo-facciale si occupa di riabilitare la deglutizione e la funzione masticatoria e fonatoria, tramite tecniche ricostruttive quali ad esempio l’implantologia.

Clinica CBO | Gallery icon

NEWS -